ERESIE – 10

Lidia aprì il proprio cuore al Signore

Su Lidia le ADI affermano: ‘Lidia aprì il proprio cuore al Signore’ (Risveglio Pentecostale, Settembre 2008, Numero 9 – Anno LXII, pag. 3), il che è una menzogna, strettamente collegata come si può vedere a quella che abbiamo confutato in precedenza, in quanto Luca ci dice molto chiaramente: “Perciò, salpando da Troas, tirammo diritto, verso Samotracia, e il giorno seguente verso Neapoli; e di là ci recammo a Filippi, che è città primaria di quella parte della Macedonia, ed è colonia romana; e dimorammo in quella città alcuni giorni. E nel giorno di sabato andammo fuor della porta, presso al fiume, dove supponevamo fosse un luogo d’orazione; e postici a sedere, parlavamo alle donne ch’eran quivi radunate. E una certa donna, di nome Lidia, negoziante di porpora, della città di Tiatiri, che temeva Dio, ci stava ad ascoltare; e il Signore le aprì il cuore, per renderla attenta alle cose dette da Paolo” (Atti 16:11-14).
Come potete vedere, queste parole scritte nel libro degli Atti fanno dipendere l’attenzione che un uomo mostra verso le cose relative al Regno di Dio e l’accettazione di esse, dalla volontà di Dio e non dalla volontà dell’uomo. E poi esse mostrano anche che non a tutti coloro che ascoltano il Vangelo viene dato di prestare attenzione ad esso e di accettarlo. Ma che hanno fatto le volpi? Hanno capovolto le cose. E così i credenti delle ADI leggono su Risveglio Pentecostale che fu Lidia ad aprire il suo cuore, e non il Signore ad aprire il cuore di Lidia!! Ma grazie a Dio i credenti possono leggere nella loro Bibbia la verità intorno alla conversione di Lidia, e quindi smascherare le menzogne delle ADI.

ERESIE – 10ultima modifica: 2010-03-21T15:21:28+01:00da micedan3
Reposta per primo quest’articolo